Blog

Imprese a forte consumo di energia (elettrivore e gasivore) - sessione suppletiva (marzo 2024) per le dichiarazioni e richiesta agevolazioni

Imprese a forte consumo di energia (elettrivore e gasivore) - sessione suppletiva (marzo 2024) per le dichiarazioni e richiesta agevolazioni

Nei prossimi giorni scatta l’apertura della sessione suppletiva per le presentazione delle dichiarazioni relative ai consumi di elettrivori e gasivori per il 2024 (gasivori confermata apertura il 28 febbraio, elettrivori attesa per marzo). Le imprese ritardatarie, rispetto alla sessione di Dicembre 2023, avranno tempo fino a fine Marzo 2024 per richiedere le agevolazioni in bolletta sulle forniture di energia elettrica e gas.
In questo approfondimento riportiamo le principali novità per le due categorie, ancora poco note a tutte le aziende potenzialmente coinvolte.

 

Imprese a forte consumo di energia elettrica (elettrivori)

Il DL 29 settembre 2023, a seguito della comunicazione della Commissione Europea 2022/C 80/01, ha ridisegnato in modo definitivo la definizione di imprese a forte consumo di energia, aggiornando il meccanismo di concessione delle agevolazioni ed ampliando, di fatto, il numero di imprese potenzialmente incentivate.
Sono ammesse a richiesta di agevolazione le imprese con le seguenti caratteristiche:

  1. consumo annuo di energia > 1.000.000 kWh nel 2022

Rispettare almeno uno dei seguenti requisiti:

  b.operare in settori ad alto rischio (lista codici ATECO) 
  c.operare in settori a rischio (lista codici ATECO)
  d.essere inserite nell’elenco delle imprese a forte consumo di energia per gli anni 2022/2023 (ex imprese energivore)

 

Contributi a copertura degli oneri generali

 Le imprese oggetto di agevolazione sono soggette all’applicazione di un’aliquota a copertura degli oneri generali di sistema (ASOS) direttamente nella fattura dell’energia elettrica.
Tale aliquota, differenziata a seconda della tipologia di impresa, aumenta significativamente nel caso di imprese ex energivore, le quali, a partire dal 1° gennaio 2029 non potranno più usufruire di tale agevolazione.

                    

Nel caso in cui le imprese ad alto rischio e a rischio coprano almeno il 50% del proprio consumo di energia con energia da fonti che non emettono carbonio, il contributo ASOS si riduce significativamente (rispettivamente del 35% e del 15%).
La soglia contributiva minima a copertura degli oneri di sistema non deve essere inferiore al prodotto tra 0,5€/MWh e l’energia elettrica prelevata dalla rete pubblica.

 

Apertura straordinaria portale CSEA elettrivori 2024

 Con Delibera 16 giugno 2020, ARERA ha disposto l’apertura straordinaria della sessione suppletiva del portale CSEA per le imprese ritardatarie, cioè quelle che non sono riuscite ad ottemperare alla prima scadenza di Dicembre.
Ufficialmente non è stata definita l’apertura straordinaria, ma è attesa per il mese di marzo 2024.
A causa delle ridotte tempistiche di presentazione della domanda di Dicembre 2023, eccezionalmente per quest’anno non verrà applicata la penale alla sessione suppletiva (perdita di 1/12 dell’agevolazione).
Diversamente a quanto previsto, eccezionalmente per il 2024 l’agevolazione riguardante la sessione suppletiva sarà applicata solamente a partire dal 1° febbraio, comportando così la perdita di un mese (gennaio).

 

Obblighi per le imprese ammesse ad agevolazione

 Le imprese elettrivore, per poter presentare la richiesta, sono obbligate a effettuare la diagnosi energetica o ad implementare un Sistema di Gestione dell’Energia ISO 50001.

A partire dal 2024, viene richiesta anche l’adozione di una delle seguenti misure:

  • attuare le raccomandazioni di cui al rapporto di diagnosi energetica, qualora il tempo di ammortamento degli investimenti a tal fine necessari non superi i tre anni e il relativo costo non ecceda l’importo dell’agevolazione percepita;
  • ridurre l’impronta di carbonio del consumo di energia elettrica, fino a coprire almeno il 30 % del proprio fabbisogno con energia prodotta da fonti che non emettono carbonio;
  • investire una quota pari almeno al 50% dell’importo dell’aiuto in progetti che comportano riduzioni sostanziali delle emissioni di gas a effetto serra.

 

Imprese a forte consumo di gas naturale (gasivori)

 Con Delibera 2 novembre 2022, ARERA regolamenta le modalità operative per il riconoscimento delle agevolazioni alle imprese a forte consumo di gas naturale.
Per essere definite tali, le imprese gasivore devono avere le seguenti caratteristiche:

  • consumo medio di gas naturale pari ad almeno 1.000.000 Kwh/anno ossia 94.582 Sm3/anno
  • codice ateco ricompreso nell'Allegato 1 del DM 21.12.2021 n. 541

 generatore di vapore

 

 

Livelli di contribuzione

 I livelli di contribuzione sono relativi agli oneri generali del sistema gas destinati al finanziamento di misure volte al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione.
I corrispettivi dovuti dalle imprese gasivore vengono rideterminati in base alle sottocomponenti tariffarie REIG e RETIG.
Per le sole imprese gasivore con indice di intensità gasivora maggiore o uguale al 20% rispetto al VAL è prevista la contribuzione al pagamento della componente REIG e RETIG con le seguenti percentuali:

                    tabella 2

Le altre imprese gasivore considerate ammissibili alle agevolazioni, con un indice di intensità gasivora rispetto al FATT, riportano le seguenti percentuali di contribuzione:

                 tabella 3

 

Apertura straordinaria portale CSEA gasivori 2024

 Dal 28 febbraio 2024 al 29 marzo 2024 è ancora possibile presentare a CSEA la dichiarazione per l’ammissione dell’agevolazione relativa al triennio 2021-2022 per le imprese a forte consumo di gas naturale.

I soggetti beneficiari dovranno avere le seguenti caratteristiche:

  • consumo di gas pari ad almeno 94.582 m2/anno
  • rientrare nel codice ATECO manifatturiero
  • essere caratterizzate da un indice di intensità gasivora positivo determinato, in relazione al VAL(valore aggiunto lordo), superiore del 20% o FATT superiore al 2%.

Le imprese ammesse ad agevolazione devono inoltre:

  • adottare un sistema di gestione conforme alle norme ISO 50001;
  • essere titolari di diagnosi energetica in corso di validità, conforme al D.lgs 102/2014;
  • dare attuazione ad almeno uno degli interventi individuati nella diagnosi energetica.

 

Cosa può fare E4F per la tua azienda

E4F Srl supporta la tua azienda in ogni fase della Dichiarazione: dalla raccolta dei dati necessari, alla gestione e invio delle pratiche su portale CSEA, alla consulenza per lo sviluppo di diagnosi energetica o sistema di gestione energetica.

E4F

Iscriviti alla nostra newsletter

Campo non valido
Campo obbligatorio
Valore non valido

Via Antonio Fossati, 9
33170 Pordenone (PN)

0434 554 001

 ©2023 E4F. All rights reserved.

Designed by Vaultinn.