Blog

ISO 50001 e direttiva europea 2023/1791: le nuove opportunità e gli obblighi per l'efficienza energetica e la sostenibilità delle imprese

ISO 50001 e direttiva europea 2023/1791: le nuove opportunità e gli obblighi per l'efficienza energetica e la sostenibilità delle imprese

 

La direttiva europea 2023/1791 di settembre 2023, fornisce un quadro comune di misure per promuovere l'efficienza energetica come fondamento di un sistema industriale integrato, che tenga conto non solo dei risultati ottenuti, ma anche delle azioni intraprese per raggiungere tale obiettivo.
Gli obiettivi del Green Deal per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 identificano l'efficienza energetica come un settore prioritario per contribuire alla completa decarbonizzazione dei settori economici dell'UE.
In questo contesto in continuo sviluppo, è emersa la necessità di integrare un sistema di gestione dell'energia che consideri i diversi aspetti della sostenibilità e fornisca al contempo un modello di riferimento per il settore.
La nuova direttiva europea 2023/1791 riconosce la certificazione ISO 50001 come lo strumento principale a livello internazionale per monitorare le prestazioni energetiche delle organizzazioni.
In vista delle scadenze già fissate a cui le aziende dovranno dare compimento entro i prossimi anni, di seguito riportiamo i principali concetti relativi agli obblighi introdotti.

 

ISO 50001 e obblighi per le imprese

 

La ISO 50001:2018 è una norma che definisce i requisiti per creare, attuare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia (SGE). L’obbiettivo della norma è promuovere un approccio sistematico focalizzato al miglioramento continuo della propria prestazione energetica e del proprio SGE.

La Direttiva 2023/1791, in merito ai sistemi di gestione energetica, prevede che gli Stati Membri debbano assicurarsi che:

  • Le aziende con un consumo annuo medio di energia superiore a 85 TJ (Terajoule) nei tre anni precedenti (prendendo in considerazione tutti i vettori energetici) implementino un Sistema di Gestione dell’Energia conforme alla norma EN ISO 50001 entro quattro anni dalla data di entrata in vigore della direttiva, ovvero entro l’11 ottobre 2027.
  • Le aziende con un consumo annuo medio di energia superiore a 10 TJ nei tre anni precedenti, sempre considerando tutti i vettori energetici, e che non adottano un sistema di gestione energetica, siano soggette a un audit energetico (secondo le norme EN 16247) svolto da un soggetto accreditato (tra cui ESCo). Tali aziende inoltre, sulla base delle raccomandazioni derivanti dall’audit energetico, dovranno identificare misure adeguate per attuare concretamente ciascuna raccomandazione realizzabile dal punto di vista tecnico ed economico. Questo piano dovrà essere sviluppato entro tre anni dall’entrata in vigore della direttiva, ovvero entro l’11 ottobre 2026.
    Gli audit energetici successivi dovranno essere condotti almeno ogni quattro anni.
  • Siano sviluppati programmi dedicati per promuovere e sostenere, a livello tecnico, le PMI (e non solo) con un consumo annuo medio di energia inferiore o uguale a 10 TJ nei tre anni precedenti a sottoporsi ad audit energetici e a implementare le raccomandazioni risultanti da tali audit.

La Direttiva stabilisce inoltre che le aziende con un consumo annuo medio di energia superiore a 10 TJ nei tre anni precedenti che hanno stipulato contratti di rendimento energetico siano esentate dagli obblighi stabiliti nei primi due punti, a condizione che tali contratti comprendano gli elementi necessari del sistema di gestione energetica e rispettino i requisiti fissati dalla direttiva (una sintesi di tali requisiti è allegata).

Egualmente le aziende che implementano un sistema di gestione ambientale (in conformità con la norma EN ISO 14000) sono esentate dai requisiti stabiliti nei primi due punti, a patto che il sistema di gestione ambientale includa un audit energetico basato sui criteri minimi indicati dalla direttiva.

 

ISO 50001 e obbligo di report di sostenibilità

 

A Marzo 2024 è stato pubblicato un addendum agli standard dei Sistemi di Gestione ISO (Adm 1:2024), allo scopo di sollecitare le aziende a prendere in considerazione le implicazioni relative al cambiamento climatico quando valutano l’efficacia dei loro sistemi.
L’addendum non revisiona le norme, ma richiede che ai punti 4.1 e 4.2 delle ISO (“Contesto dell’organizzazione”), debbano essere approfonditi i seguenti aspetti:

  • L’organizzazione deve determinare se il cambiamento climatico sia o meno una questione rilevante;
  • Le parti interessate rilevanti possono avere requisiti relativi al cambiamento climatico.

Il crescente interesse verso il tema della sostenibilità aziendale vede imporre alle aziende la pubblicazione e la divulgazione del Report di sostenibilità, grazie al quale sarà possibile rendicontare in modo trasparente gli impatti ambientali, sociali e di governance della propria strategia.

Questo approccio considera sia l'impatto dei cambiamenti climatici sull'azienda, sia le conseguenze delle attività e politiche aziendali sull'ambiente esterno.
Obiettivo finale è di fornire a investitori e stakeholder una valutazione trasparente e dettagliata dei progressi compiuti, generando così una maggiore fiducia tra tutte le parti coinvolte.
I soggetti obbligati alla pubblicazione del report sono i seguenti:

Per quanto ad un primo approccio questi obblighi possano rappresentare un ulteriore dispendio di risorse economiche e tecniche, in una visione a lungo termine le stesse potranno trasformarsi in una risorsa significativa per l’azienda, sia in termini strategici che in risparmi economici prodotti.

 

Le competenze di E4F a servizio dell’ efficienza energetica delle imprese

 

La nostra esperienza certificata nei Sistemi di Gestione, supportata dalla competenza specialistica del team in ambito energia, ci permette di essere il partner adeguato alle aziende che necessitano di una consulenza per l’implementazione, oppure l’ottimizzazione di sistemi di gestione ISO 50001.

La certificazione aziendale ISO 9001: 2015 e 11352:2014 ESCO garantiscono la qualità dei servizi offerti e il supporto completo nella fornitura di servizi energetici qualificati.

certificazioni E4F ISO 9001 e 11352 2014 ESCO 

E4F

Iscriviti alla nostra newsletter

Campo non valido
Campo obbligatorio
Valore non valido

Via Antonio Fossati, 9
33170 Pordenone (PN)

0434 554 001

 ©2023 E4F. All rights reserved.

Designed by Vaultinn.